5 aprile 2020

CALENDASCO COVID


APRILE 
Il tempo del covid19 al paesello

Solo i fiori ci salveranno. E' una metafora, cerchiamo di capirla, aprite non solo le finestre ma anche le meningi, ovviamente che può e chi ce la fa.

E' primavera. La settimana santa incombe.

Non si muove foglia che Dio non voglia.



31 marzo 2020

DIRETTA WEB


TUTTI I GIORNI in diretta facebook
con Umberto Battini
nella rubrica PILLOLE CORRADIANE
alle ore 11

un modo, semplice, di star vicini come devoti di San Corrado in questo tempo!


20 marzo 2020

PANDEMIA E PREGHIERA

ITALIA UNITA (FORSE)
DALLA PREGHIERA

E nel pacchetto "affidamento" c'è compreso tutto

Lacrime, speranza e ritorno alla normalità.
Succederà.
Ma la tragica avventura del momento è che nel pacchetto covid19 ci sta tutta una serie ricchissima di realtà al limite del possibile, allo sfacelo.
Si è fatta la preghiera, esponendo anche un lumino alla finestra, simbolico segno che tante e tante volte ricorre nei testi sacri, intendo "il segno".

La crisi è in atto, e il covid19 è solo un momento di quello che ormai è palese e sotto agli occhi: ciechi che vorrebbero far da guide e sordi che non sentono ovviamente gli appelli.
E la Chiesa c'è dentro fino al collo.
L'apparato fa acqua - non benedetta - da tutte le parti; ci siamo quasi, il tempo vola e gli anni sono un nulla che qualcuno sottovaluta.

Santa Madre di Dio e della Chiesa prega per noi!

18 marzo 2020

ARTICOLI VARI



GLI ARTICOLI CORRADIANI

di Umberto Battini
potete leggerli qui sul quotidiano ILPIACENZA

Negli articoli potrete ritrovare notizie storiche anche poco conosciute del grande Santo Piacentino nato a Calendasco nel 1290 e morto a NOTO in Sicilia il 19 febbraio 1351.

CLICCATE SUL LINK SCELTO E SI APRIRA' IL TESTO
E POTRETE LEGGERE





SOTTO UN ARTICOLO DI ATTUALITA' FRANCIGENA DEL 2019
INTERESSANTE E POI RIPRESO DAI MEDIA NAZIONALI 
CLICCA SULL'IMMAGINE

http://www.ilpiacenza.it/attualita/pellegrino-croce-gennaro.html.



17 marzo 2020

MARZO VIRALE


PICCOLO DIARIO
D'UNA MATTINA ASSOLATA

Uscire di casa, di mattina presto ma neanche tanto, qui nel paesello, qui a Calendasco, per fare qualche piccola commissione prima di ritirarci a quarantena di nuovo.
L'aria fresca e il bel sole aiutano a riempire i polmoni ma l'aria sociale è veramente morta; incontro una o due persone, con la fatidica mascherina. Anche il guidatore dell'auto che passa sulla deserta via, indossa una mascherina.
E' cosa solita vedere il paesello così, cioè con poco movimento, ma è cosa insolita vederlo così: con il coprifuoco! Bar chiusi, posta chiusa e aperta a giorni alterni, chiesa chiusa e barbiere serrato, nessuno in giro.
L'unico negozio alimentare-edicola che resta fortunatamente aperto, ha le entrate degli avventori scaglionate, ed un piccolissimo drappello di persone, a debita distanza e chiacchierando amichevolmente, attende fuori.
La farmacia è aperta mentre la scuola che è lì davanti, è ormai desolatamente chiusa, non c'è il solito vocio dei ragazzini e l'andare e vieni dei professori.
Si respira aria di quarantena per davvero, ve lo dice uno che qui c'è nato e a naso sa percepire l'aria sociale del suo paese e qui a Calendasco per adesso è quarantena, un limbo sospeso, stranissima sensazione, quasi amara.
A passo svelto torno a casa, respiro l'ultimo sprizzo d'aria fresca, perchè, chissà perché mai, quella che respiri dal tuo balcone adesso ha tutto un altro sapore.
Penso alle nostre radici, a S. Corrado che qui nei secoli ha saputo essere Patrono, e m'accorgo ch'è anch'egli messo alla quarantena e lasciato, solo soletto, alla sua vita eremitica solitaria, perchè tanto lui aveva scelto una vita da quarantena, ma a differenza di noi, non gli era un peso ma anzi motivo di maggior vicinanza a chi lo cercava, perchè chi lo cercava ne riceveva una delle primarie fonti di sostentamento: il pane. Ma ci han tolto anche le radici, ma solo dalla vista e per ora!
Meditate gente, meditate.


12 marzo 2020

COVID19

NUOVO DECRETO
PER IL CORONAVIRUS

Sulle chiusure e possibili aperture dal 12 marzo al 25 marzo 2020
fermo restando che le scuole saranno chiuse fino al 3 aprile

Ecco alcuni punti:

Stop a bar e ristoranti

Resta consentita invece la consegna a domicilio di cibi. Rimangono aperti anche i posti di ristoro lungo le autostrade e all’interno di stazioni, aeroporti e ospedali (sempre garantendo il metro di distanza tra le persone), le mense e il catering continuativo su base contrattuale a condizione che garantiscano il metro di distanza interpersonale.

Chiusi estetisti e parrucchieri

Parrucchieri, barbieri, estetisti devono sospendere la propria attività. Restano aperti invece i servizi di lavanderia e di pompe funebri.

Banche, poste e uffici pubblici aperti

Restano garantiti anche i servizi finanziari, assicurativi nonché l'attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.


8 marzo 2020

ZONA ARANCIONE


CI SIAMO
8 MARZO 2020
Calendasco in zona ARANCIONE
Tutta la provincia di Piacenza in zona-virus messa in arancione

Così come la Lombardia e altre provincie del nord.
Certo Piacenza terra di battaglia per il coronavirus: 48 morti (per ora) in circa 20 giorni parlano da sè!
L'infezione ha toccato anche il nostro sindaco di Calendasco, che fortunatamente come appare, influenzato se ne sta in casa in quarantena, e certo un abbraccio gli va dato eccome!
Un evento che passerà alla storia locale.
Mi ricordo quando il "virus-colera" imperversò nel piacentino a Calendasco venne aperto un lazzaretto e ci fu il fatto deprecabile, della "fuga" per paura del sindaco del tempo, aimè e prontamente sostituito dal Prefetto di Piacenza.
Non spaventiamoci ma usiamo il buon senso.

DATI
Aggiungi didascalia





Umbe Battini


1 marzo 2020

SAN CORRADO 2020


SAN CORRADO
NOTO ROMA CALENDASCO
Un Patrono che unisce



La Tradizione è un bene e una radice che unisce, fa crescere e soprattutto ci fa diventare passo dopo passo migliori: questa è la Tradizione cristiana che vive legatissima alla pietà popolare.

NOTO 19 febbraio 2020 foto umbe battini

Noto è cresciuta sulla radice cristiana che ha innescato S. Corrado, dal suo arrivo fino alla morte e fino ad oggi e certamente proseguirà per sempre.
Il Dies Natalis cioè il 19 febbraio è il ricordo speciale della Nascita al Cielo di San Corrado il penitente eremita francescano.





Processione NOTO foto umbe battini
Noto ama il Patrono in modo profondissimo: fa parte del vivere comune, e lo si ritrova citato, ricordato, venerato in ogni momento dell'anno.
Certo in febbraio la festa è maggiore così come lo è in agosto: sono i due mesi "caldi" nei quali il Patrono è onorato con Processioni e sante messe dedicate e che vedono accorrere migliaia di fedeli.
Migliaia ma per davvero, non così per dire e per farla grande: a Noto nelle Feste di San Corrado accorre ai suoi piedi tutta la Città e non solo, bisogna vedere per crederlo!

 
ROMA 15 febbraio 2020 foto umbe battini
Roma lo festeggia con grande festa e quest'anno in modo speciale, in quanto da Noto sono arrivati tantissimi devoti e c'è stato il dono di due maestosi Cilii posti nella cappella ed altare del Santo.
Tutto ciò avviene a Roma nella chiesa di Santa Maria Odigitria dei Siciliani e da questo luogo sacro, nel cuore di Roma, a cento metri da piazza di Spagna per intenderci, i Netini di Roma portano avanti questa memoria di San Corrado!

Altro luogo principe del culto è nel territorio piacentino, a Calendasco, ad otto chilometri da Piacenza.
Nel paese San Corrado è Patrono dal 1617 - unico caso così antico in tutta la Diocesi di Piacenza e nel Nord Italia - e nel paese di Calendasco esiste ancora il grande castello dei Confalonieri da dove nel 1290 San Corrado emise il primo pianto alla sua nascita.
 
Ed anche il convento dei terziari che lo accolse dopo il 1315 è ancora lì, testimone di una storia umana incredibile e importante: la storia di un cavaliere divenuto Santo a Noto, in Sicilia!
Nel 2015 ci fu un pellegrinaggio storico da Noto a Calendasco con il dono del Cilio alla chiesa ed alla gloria di San Corrado Confalonieri.



13 febbraio 2020

ARTICOLO 2020

USCITO SU ILPIACENZA quotidiano
A firma di Umberto Battini - studioso di S. Corrado e storico locale
giovedì 13 febbraio 2020



CLICCA QUI E LEGGI L'ARTICOLO
SU SAN CORRADO